Gurt Menu

 



STORIA E STILI DEGLI ARGENTI INGLESI DAL MEDIOEVO ALL'ART DECO

 

 

 

Il significato dell’argenteria nel Regno Unito è da sempre qualche cosa che va oltre il valore intrinseco degli oggetti e del metallo con cui sono realizzati. L’amore degli Inglesi per questo metallo è addirittura proverbiale.

Non è un caso che la garanzia dello standard qualitativo dell’argento utilizzato dagli argentieri (vale a dire il suo titolo in millesimi), sia stato oggetto, fin dal 1300, di una severa regolamentazione che rappresenta uno dei primi esempi di "garanzia di qualità" posto in atto dall’uomo.

Se è vero che tale regolamentazione ha voluto in prima istanza salvaguardare la convertibilità dell'argento lavorato in argento da conio, il piacere del possesso e soprattutto dell’uso dell’argenteria non si è mai affievolito pur slegandosi sempre di più, nel tempo, dal significato primitivo di "bene rifugio" per eccellenza.

Contrariamente ad altri paesi, nel Regno Unito l’argenteria non è stata solo appannaggio della nobiltà,  del clero e delle classi più abbienti, ma ha trovato un suo spazio anche nella piccola e media borghesia, seppur con connotazioni qualitative di più basso profilo. Di ciò ci si accorge dalla grande varietà e dall’ampia scelta qualitativa degli oggetti di uso comune prodotti in Inghilterra e nel Regno Unito, soprattutto nel periodo vittoriano.

Nella breve trattazione della storia dell’arte argentiera in Inghilterra e nel Regno Unito nelle pagine di questo sito, si coglierà anche la stretta correlazione tra la storia della monarchia e l’evoluzione e lo sviluppo dei vari stili e modelli e, più in generale, delle attività artigianali collegate, segno della grande considerazione e significato che l’argento ha rappresentato e rappresenta in questo paese.

Questo sito è stato creato per fornire un’informazione di base riguardo l’arte argentiera nel Regno Unito soprattutto a fini collezionistici.


Unisciti a Progetto:

Sviluppo di un database per la datazione di argenti antichi

Perché questa iniziativa?

Credo che la mia passione per l'argento antico è evidente leggendo le pagine di questo sito.
Come chimico e ricercatore, anche se in un campo lontano da quello delle arti applicate, sento il desiderio di dare un contributo scientifico.
Grazie al suo costo, questo rinitiative sarà possibile solo con la collaborazione di colleghi,  istituzioni e aziende, ma anche gente comune, che desiderano in qualche modo condividere gli obiettivi di questa ricerca.

Scopo della ricerca

La ricerca è finalizzata alla datazione di antiche e antichi argenti (soprattutto argenti inglesi) sulla base della composizione della lega utilizzata per la loro produzione in particolare in termini di natura e il contenuto di impurità.

Per maggiori dettagli si prega di leggere una breve descrizione della ricerca

Come si può partecipare?

Per manifestare interesse in questa ricerca potete mandarmi una mail specificando a quale livello volete o potete contribuire (tecnico, economico, fornitura gratuita di manufatti, ecc.);
Questo primo passo dovrebbe aiutare a individuare uno o più sponsor (industriale o istituzionale)


Per saperne di più


Il mio impegno a fornire aggiornamenti regolari sulla fattibilità  questo progetto.
 

Si può anche semplicemente fare una donazione:



Google:  Yahoo:  MSN:

^inizio pagina

 

English version

Stemma della Worshipful Company of Goldsmiths, la corporazione degli argentieri riconosciuta dalla Corona dal 1327

 

Oggetti che scambio o cedo

 

Vedi le immagini delle mia collezione

Per suggerimenti e segnalazioni

  modulo

SERVIZIO DI VALUTAZIONE TECNICO-ECONOMICA DI ARGENTERIA

Leggi i miei contributi per ASCAS:

 

Quando l'argento racconta una storia

Dieci passi per verificare e registrare l'autenticità' di un argento antico

Tre teiere di qualità di epoca vittoriana

Una singolare lattiera vittoriana

Una bowl vittoriana di straordinaria qualità

Storia e marchi di Hamilton & Co. Calcutta

I marchi commemorativi Britannici ed Irlandesi (parte prima)

I marchi commemorativi Britannici ed Irlandesi (parte seconda)

Due argenti di qualità di Elkington & Co.

Britannia silver standard hallmarks in Great Britain

In viaggio per la Fede

A French canteen (Part) - Paris 1764/18

Determining the date lon London Assay Offices Marks: 1776-1795 (XVI cycle)

British hallmarks - a cycle a time (I)

London hallmarks 1776-1795 (XVI Cycle)

A tea kettle by Liberty & Company

A 'Japanese' style bachelor tea set

British cast candlesticks - A piece of beauty and a challenge for collectors

A debate on the attribution of a maker mark:  the case of Richard Rugg and Robert Rew

 

Visita il sito:

a small collection of antique silver and objects of vertu